consulenza diritto sportivo e giustizia sportivaconsulenza diritto sportivo e giustizia sportivaconsulenza diritto sportivo e giustizia sportivaconsulenza diritto sportivo e giustizia sportivaconsulenza diritto sportivo e giustizia sportivaconsulenza diritto sportivo e giustizia sportiva

Sintesi degli illeciti che si possono integrare in caso di violazione delle norme previste dai DPCM e dai protocolli emanati dalle Federazioni Sportive Nazionali (FSN), Discipline Sportive Associate (DSA) ed Enti di Promozione Sportiva (EPS), nonché delle conseguenti sanzioni che possono derivare in capo agli atleti, associazioni sportive e società sportive

Violazione delle norme previste dal DPCM

Illecito amministrativo
Sanzione pecuniaria del pagamento della somma da euro 400,00 a euro 3.000,00, salvo che il fatto costituisca reato (Art. 4 del Decreto Legge 25 marzo 2020 n. 19 e art. 2 del Decreto Legge 16 maggio 2020, n. 33).

Maggiori informazioni

L’atleta dilettante e l’atleta professionista nello sport della boxe

La distinzione tra atleta professionista ed atleta dilettante in generale trova origine dalla nozione di attività sportiva professionistica e dilettantistica, la cui fonte normativa è la   L. 91/1981.

Le singole federazioni sportive, su delega del legislatore, devono qualificare un’attività sportiva come professionistica o dilettantistica.

Questo potere è esercitato solo da sei federazioni sportive, tra cui quella pugilistica, che hanno istituito il settore professionistico accanto a quello dilettantistico.

Inoltre, la FPI, al fine di ottemperare all’obbligo di conformarsi al dettato dell’art. 90 della L. 289/2002, poi modificato dalla L. 128/2004, ha   previsto nel suo Statuto che gli affiliati siano esclusivamente società e associazioni sportive dilettantistiche. Maggiori informazioni

Allenamenti di squadra dopo il coronavirus

L’Ufficio per lo Sport del Governo ha pubblicato, in un documento di 36 pagine, le linee guida per gli allenamenti degli sport di squadra ai sensi del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 17 Maggio 2020, art.1, lett. e).

A seguito dell’emanazione del suddetto documento, sarà compito delle singole Federazioni, DSA ed EPS, emanare appositi protocolli attuativi. Il tutto tenendo conto delle raccomandazioni fornite e delle specificità delle singole discipline per garantire, da parte dei gestori degli impianti, delle associazioni e/o di qualunque altro soggetto di rispettiva affiliazione, il rispetto delle misure di sicurezza. Maggiori informazioni

Interdizione ed operazioni antidoping

Il Tribunale Federale della FIR (Federazione Italiana Rugby) con Decisione n. 7 dell’ 8 marzo 2017 si è pronunciato in merito al deferimento proposto nei confronti di un dirigente della società Amatori Catania (affiliata alla FIR) per violazione  dell’art. 20 del Regolamento di Giustizia avendo lo stesso presenziato ad un prelievo antidoping e sottoscritto il relativo verbale in qualità di dirigente della società nonostante si trovasse in periodo di interdizione.

Maggiori informazioni

Ennesima proroga al 30 giugno 2017 dell’obbligo dei defibrillatori semiautomatici

defibrillatoreLa legge 15 dicembre 2016, n. 229 (pubblicata in data 17 dicembre 2016), con cui è stato convertito il decreto legge 17 ottobre 2016, n. 189, ha prorogato per l’ennesima volta il termine da cui decorrerà l’obbligo per le società e le associazioni sportive dilettantistiche di munirsi di defibrillatori semiautomatici. Maggiori informazioni

Ulteriore proroga dell’obbligo dei defibrillatori semiautomatici

131-linea-guida-sulla-dotazione-e-lutiliz_bigIl Governo con il decreto legge n. 189 del 17 ottobre 2016 (art. 49, comma 18), emanato per intervenire in favore delle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto 2016, ha disposto la sospensione, fino alla data del 1° gennaio 2017, dell’efficacia delle disposizioni in ordine alla dotazione ed all’impiego da parte delle società ed associazioni sportive dilettantistiche dei defibrillatori semiautomatici.

continua a leggere….

Certificato medico sportivo non agonistico: la circolare CONI del 10 giugno 2016

Il Comitato Olimpico Nazionale, in ottemperanza a quanto previsto dal Ministero della Salute con nota esplicativa del 16 giugno 2015 e successiva nota integrativa del 28 ottobre 2015 (vedi precedente articolo “Certificato medico sportivo: l’attuale quadro normativo“), ha emanato, in data 10 giugno 2016, una circolare contenente le indicazioni che devono essere seguite dalle Federazioni Sportive Nazionali, dalle Discipline Sportive Associate e dagli Enti di Promozione Sportiva al fine di uniformare il proprio regime normativo concernente la certificazione sanitaria relativa all’attività sportiva non agonistica.

continua a leggere….

Nuova proroga all’obbligo dei defibrillatori semiautomatici

aedwaIl Ministero della Salute, con decreto del 19 luglio 2016, ha nuovamente prorogato il termine da cui decorre l’obbligo, per le società ed associazioni sportive dilettantistiche, di munirsi di defibrillatori semiautomatici.

Tale obbligo è stato infatti prorogato di ulteriori 4 mesi e 10 giorni e decorre quindi a far tempo dal 30 novembre 2016.

continua a leggere….