consulenza diritto sportivo e giustizia sportivaconsulenza diritto sportivo e giustizia sportivaconsulenza diritto sportivo e giustizia sportivaconsulenza diritto sportivo e giustizia sportivaconsulenza diritto sportivo e giustizia sportivaconsulenza diritto sportivo e giustizia sportiva

Plusvalenze Juventus – La decisione della Corte Federale di Appello

La Corte Federale di Appello della FIGC ha ribaltato la decisione del Tribunale Federale ritenendo che la società FC Juventus s.p.a. ha commesso un illecito grave e ripetuto. I nuovi atti provano l’intenzionalità. Intercettazioni inequivoche ed evidenze relative a interventi di nascondimento di documentazione o addirittura manipolatori delle fatture.

Alleghiamo le motivazioni della corte Federale di Appello, seguiranno sicuramente reazioni da parte della Juventus FC che potrete seguire direttamente sul nostro sito.

Proroga dell’entrata in vigore delle norme in materia di lavoro sportivo

L’art. 16 del Decreto Legge n. 198 del 29 dicembre 2022 (c.d. Milleproroghe), pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 303 del 29 dicembre 2022, ha prorogato l’entrata in vigore delle norme del Decreto Legislativo n. 36 del 28 febbraio 2021 nel seguente modo:

 

Norme in materia di enti sportivi professionistici e dilettantistici, nonché in materia di rapporto di lavoro sportivo Entrano in vigore il 1° luglio 2023
Norme abrogate dall’entrata in vigore del D.Lgs. n. 36 del 28 febbraio 2021 Sono abrogate dal 1° luglio 2023
Abolizione del vincolo sportivo per i nuovi tesserati Abolito entro il 1° luglio 2023
Per i tesseramenti rinnovati Abolito entro il 31 dicembre 2023

 

Il D.Lgs n. 37 del 28 febbraio 2021, contenente la disciplina dei rapporti di rappresentanza degli atleti e delle società sportive, nonché le regole di accesso ed esercizio della professione di agente sportivo, ed il D.Lgs n. 38 del 28 febbraio 2021, contenente la disciplina degli impianti sportivi, entreranno in vigore il 1° gennaio 2023, come già previsto.

Nuoto: stop alle transgender nelle gare femminili

A seguito di votazione espressa favorevolmente dal 71% dei 152 partecipanti al congresso straordinario di Budapest, è stata assunta una decisione storica che prevede eccezione soltanto nel caso in cui la transizione avvenga prima del raggiungimento del secondo livello di sviluppo nella Scala di Tanner (approssimativamente all’età di 12 anni).

E poiché un provvedimento del genere ha necessità di essere presentato come inclusivo anziché includente, ecco che la federazione internazionale sta pensando a una svolta che conduca verso l’istituzione di una terza divisione di gare oltre alla maschile e alla femminile, quella che verrà definita ‘open’ perché aperta alla partecipazione di atleti e atlete il cui genere sessuale sia diverso rispetto a quello biologico di nascita. Maggiori informazioni

Processo plusvalenze, Tribunale Figc: “Non esiste metodo per valutazione dei calciatori”

Il 15 aprile il Tribunale Federale Nazionale presieduto da Carlo Sica, ha prosciolto tutti i dirigenti e i club coinvolti e deferiti dalla Procura Federale accusati di avere contabilizzato nelle relazioni finanziarie plusvalenze e diritti alle prestazioni dei calciatori per valori eccedenti a quelli consentiti dai principi contabili, nell’indagine sulle plusvalenze.

La citata Corte si è  così espressa in quanto è impensabile che esista e venga applicato “il metodo di valutazione del valore del corrispettivo di cessione/acquisizione delle prestazioni sportive di un calciatore. Tale valore è dato e nasce in un libero mercato, peraltro caratterizzato dalla necessità della contemporanea concorde volontà delle due società e del calciatore interessato”.

Nuovo protocollo attuativo delle linee guida per l’attività sportiva di base e nuove FAQ del Governo

Il Dipartimento per lo Sport presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha pubblicato il nuovo Protocollo di attuazione delle Linee Guida per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere, aggiornato al nuovo DPCM del 2 marzo 2021, che ha sostituito il precedente protocollo del 22 ottobre 2020.
Maggiori informazioni

La riforma dello sport

In data 26 febbraio 2021 il Consiglio dei Ministri ha approvato, a soli due giorni dalla scadenza prevista dalla legge n. 86 dell’8 agosto 2019, cinque dei sei decreti delegati previsti dalla suddetta legge, che ha conferito all’esecutivo la delega a porre in essere un ampia riforma del settore sportivo.
Maggiori informazioni